POLITECNICO DI TORINO
Centro di Competenza per l'open source e il software libero

OBIETTIVI

Costituzione 1,39 MB

 

Contesto nazionale Contesto internazionale

L'utilizzo dei software Open Source costituisce un fenomeno in espansione nell'attuale panorama dell'ICT in Italia; infatti, secondo la relazione annuale del CNIPA sullo stato dell'informatizzazione della PA, nel 2003 il 54% delle amministrazioni (18 amministrazioni centrali e 10 enti pubblici) utilizza software Open Source per i propri sistemi, rispetto al 42% verificato nel 2002.

La Direttiva di fine 2003 del Ministro per l'innovazione e le tecnologie ha fornito una serie di indicazioni per le amministrazioni pubbliche, da tenere presente nelle fasi di acquisizione di software per i propri sistemi elaborativi.

Anche in Italia, Ŕ stata affrontata la problematica del software Open Source mediante una commissione nominata dal Ministro per l'innovazione e le tecnologie, al fine di consentire una corretta valutazione delle possibilitÓ di utilizzo nella PA, e successivamente nel 2003, sulla base dei risultati della commissione, Ŕ stata approvata la direttiva del 18 dicembre 2003 (pubblicata sulla G.U. n. 31 del 7 febbraio 2004).

Nel rapporto viene evidenziato come la realizzazione di sistemi software basati sul modello di sviluppo a codice sorgente aperto sia una novitÓ, in particolare per le pubbliche amministrazioni, centrali e locali, ed Ŕ necessario quindi attuare strategie di diffusione della conoscenza sulla materia.

Il Centro di Competenza per l'open source ed il software libero del Politecnico di Torino promuove iniziative volte alla diffusione della conoscenza del software OS e libero, lavorando su 6 pricipali direttrici: